come costruire oggetti di legno a casa

Idee creative per lavorare in legno a casa

Lavorare il legno è un’arte che tira fuori il meglio di sé: creatività, ingegno, maestria e precisione. Inoltre chiunque può approcciarsi a questo hobby, basta scegliere il progetto migliore per il proprio livello. Perciò armati di attrezzi e pezzi di legno e dai sfogo a tutta la tua bravura!

Costruire una mensola

Chiunque ha bisogno di una mensola in casa o in ufficio. Serve per le cornici, i libri e oggetti decorativi ma perché non farsela da soli, risparmiando e aggiungendo un tocco personale alla propria dimora?
Ciò che ti serve è un pannello di legno, una sega, una pialla, tasselli ad espansione, vernici e stucco.
I pannelli migliori per le mensole sono quelli spessi almeno 5 centimetri, in quanto sono robusti e hanno lo spazio necessario per i tasselli. Puoi comprare un pannello grande e ottenere diverse mensole oppure scegliere la metratura più vicina alla misura che vuoi. Una volta tagliato il blocco, pialla i difetti e leviga la superficie. Adesso con una matita segna i fori da praticare, molto importante è farli a 15 centimetri dall’estremità e non oltre la metà del suo profilo.
Una livella ti permetterà di controllare la simmetria dei fori. Una volta effettuati, potrai inserire i tasselli a espansione e passare alla verniciatura. Se vuoi un colore brillante, passa lo stucco e poi la vernice. Per chi invece ama l’effetto naturale del legno, basta una vernice finale brillante per dare un tocco strabiliante.

Costruire una tavola da surf

Abiti vicino al mare e ti reputi bravo nel bricolage? Perché non costruisci la tua tavola da surf?
Non è così complesso come sembra.
Comincia con lo scrivere le misure della tua tavola da surf perfetta e fai un cartonato di riferimento. Fai un modello di compensato per saggiare le misure in maniera concreta e ricopia le misura un pannello di legno, prestando molta attenzione a non sbagliare.
Adesso potrai intagliare la tavola con un apposito seghetto ma indossa gli strumenti di protezione!
Una volta tagliata, pialla l’intera superficie per renderla quanto più omogenea possibile, ora spiana la carena della tua tavola da surf tramite una levigatrice (la misura standard da usare in questa fase è di 2 millimetri) e pialla la parte sottostante.
I lati di una tavola da surf sono arrotondati perciò dovrai piallare anche questa parte (meglio se manualmente).
Per perfezionare la superficie puoi usare una maglia di ferro lungo i bordi.
Una volta finito puoi ricoprire la tavola da surf con il panno in vetroresina, stando attento a dare una forma a V così da poter aderire perfettamente lungo i bordi e lasciando un extra di 5 centimetri.
Attenzione alle pinne che devono essere attaccate perpendicolarmente alla tavola da surf, bastano 6 strisce di 6 centimetri da incollare con la colla poliuretanica.
Per la verniciatura ti serve resina e catalizzatore (ognuna ha il suo), ne bastano 800 ml ma è necessario che tu sia veloce e riesca a ricoprire tutto in maniera uniforme. La resina impiega circa 6 minuti per asciugarsi, perciò puoi usare il lavavetri per velocizzare il tutto. Ripeti dopo un giorno dall’altro lato. Leviga il risultato finale, stando attento a non esagerare per non togliere la lucidatura naturale della vernice.

Come fare un tappetino di legno

I tappeti sono accessori insostituibili in una casa ma perché accontentarsi dei soliti tappeti o dei tristi zerbini da mercatino. Con pochi materiali potrai avere qualcosa di unico e durevole. Il necessario è del legno, un trapano, una matita, staffette di metallo, dei colori per il legno e una vernice finale impermeabilizzante.
Con la matita e un righello, disegna un rettangolo sul pannello di legno e taglialo con un seghetto manuale. Adesso usa questo rettangolo come esempio per tagliare gli altri e ricorda di essere preciso così da non avere un risultato irregolare e sgradevole. Per un piccolo zerbino saranno necessari 30 rettangoli 10×3 centimetri, qualora volessi fare un tappeto più grande aumenta il numero dei tagli in base alle tue esigenze. Adesso dovrai praticare dei fori lungo le estremità dei rettangoli, al centro della loro altezza, così da mettere le staffette di metallo con cui andrai a unire i vari blocchetti. Puoi ordinarli in verticale, orizzontale, a zig-zag, o con qualsiasi altro motivo decorativo, l’importante è praticare i fori coerentI con il tuo disegno. Alcuni preferiscono fare dei fori grossi e collegare i vari blocchi con un cordoncino in legno che aumenta il fascino grezzo ma dona una leggera instabilità.
Una volta che hai sistemato tutti i blocchi di legno potrai passare alla verniciatura.
Per migliorare la resa è meglio fare una prima passata di primer e usare vernici a base di lattice, in quanto maggiormente resistenti.
Usa un pennello con setole morbidi, così da stendere la vernice anche nelle venature più profonde, segui sempre il verso del legno e stai attento alle parti laterali più nascoste. Alla fine passa l’impermeabilizzante e goditi il tuo nuovo tappetino.

Come fare e usare le rondelle di legno

Le rondelle di legno sono sottili dischi fai da te, da usare per diversi tipi di propositi.
Basta scegliere un ceppo di legno duro e secco come quello di una quercia, dal diametro desiderato, e una sega (meglio se elettrica) per tagliare i dischi, il risultato sarà una superficie liscia e regolare da usare a proprio piacimento.
Alcuni decidono di fare dei sottobicchieri o dei sottopiatti, in questo caso sarà necessario levigare la superficie così da togliere qualsiasi imperfezione ed evitare di rigare il tavolo. La verniciatura può essere naturale (con vernice trasparente idrorepellente e impermeabilizzante) o colorata (con primer di base, due passate di vernice e l’impermeabilizzazione finale). Se invece i dischetti a tua disposizione sono molto piccoli, puoi incollarli su una cornice di uno specchio o di una fotografia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *